entra

Blog

gigi| 09 mag 2015| 0 comments

Tanti sono i materiali ceramici, ognuno con caratteristiche e destinazione d’uso ben precise: pavimenti interni, pavimenti esterni e rivestimenti richiedono infatti differenti materiali.

La prima grande distinzione è tra piastrelle smaltate e non smaltate.
La smaltatura è uno strato di vetro colorato che consente di creare una vastissima gamma di colori e sfumature.

Le piastrelle da pavimento non smaltate hanno invece un’estetica uniforme in tutto il loro spessore.

Il cotto, ad esempio, noto anche con il nome di cotto rustico, cotto toscano o cotto fiorentino, non viene smaltato (anche se sono state proposte piastrelle in cotto smaltate, totalmente o parzialmente).

Si tratta in genere di piastrelle di grande formato (25×25 cm, 30×30 cm, 20×40 cm, 40 x60 cm) che vengono usate prevalentemente nella pavimentazione di interni, previo trattamenti di impregnazione con sostanze che ne esaltano la tonalità cromatica e la pulibilità.

Altro materiale è il cottoforte, prodotto tipicamente emiliano, le cui piastrelle sono sempre smaltate con smalto non trasparente e servono prevalentemente per pavimentazione d’interni e più raramente, come rivestimento.

La monocottura è invece una tecnologia di produzione nella quale il supporto e lo smalto vengono cotti in contemporanea, con un solo trattamento termico.

Grazie all’ampio intervallo di variabilità dell’assorbimento d’acqua del supporto (da valori vicini allo zero a valori intorno al 15%), essa può comprendere un’ampia gamma di materiali smaltati con caratteristiche fisiche molto diverse.

Il fattore che li accomuna è l’impiego, per la preparazione del supporto, di argille contenenti ossidi di ferro.

La monocottura può essere utilizzata indistintamente sia nei rivestimenti sia nei pavimenti.

Il processo di produzione della piastrella in bicottura prevede invece due fasi: nella prima avviene la cottura del supporto, mentre nella seconda si procede al trattamento termico per fondere lo smalto.

La bicottura è utilizzata esclusivamente per i rivestimenti.

La monocottura e la bicottura possono essere sia di pasta rossa che di pasta chiara e sono destinate quasi esclusivamente al mercato residenziale, per lo più interni.

Le piastrelle in clinker sono prodotti a pasta compatta ampiamente utilizzati soprattutto per pavimenti esterni grazie alle loro peculiari caratteristiche che derivano dalle materie prime utilizzate e dalle tecnologie di lavorazione.

E’ un materiale resistente all’usura, agli agenti atmosferici ed alle sollecitazioni meccaniche.

Mentre nei prodotti ceramici a superficie smaltata è possibile distinguere, in sezione, il supporto, che determina le caratteristiche di resistenza meccanica della piastrella e lo smalto, che ne determina l’aspetto estetico e le caratteristiche di usura, nel grès porcellanato superficie e massa sono invece identiche.

Esso è composto da una miscela di materie prime simili a quelle che vengono impiegate per i sanitari.

L’aggettivo porcellanato, che sottolinea la raffinata eleganza che lo caratterizza, deriva dall’utilizzo del caolino, una argilla bianca che viene utilizzata anche per la produzione di porcellana.

Argille e feldspati pregiati vengono sottoposti a un processo di cottura a temperature estremamente elevate e si trasformano in piastrelle di grès con caratteristiche di antigelività, resistenza agli urti, ai graffi ed agli attacchi chimici.

Il grès porcellanato è quindi estremamente resistente, igienico e dotato di un’estetica elegante grazie alla sua superficie vetrificata che rende la piastrella completamente idrorepellente e con alte caratteristiche di resistenza meccanica.

Questa vetrificazione fa parte della struttura della piastrella che non ha bisogno quindi di essere smaltata.

Destinato prevalentemente alla pavimentazione interna e alla pavimentazione esterna, nell’edilizia pubblica e privata, il grès porcellanato è stato all’inizio diviso in due tipologie: il grès naturale, più comunemente conosciuto come grès tecnico, e il grès smaltato.

Il grès tecnico ha un effetto marmorizzato del tutto simile al marmo naturale senza per questo perdere le caratteristiche tecniche del grès porcellanato.

Il gres porcellanato smaltato permette di scegliere tra una varietà di colori, stili, formati, decori e “texture” riscontrabile solo nella ceramica smaltata.

Così dicasi anche della resistenza alle macchie, il tutto unendovi le prestazioni e la durata del supporto in grès porcellanato.

In più lo smalto facilita le operazioni di pulizia e garantisce la perfetta igiene delle superfici.

gigi| 11 feb 2014| 0 comments

La parete dietro la zona operativa della cucina deve essere “protetta”. La soluzione più tradizionale è quella di scegliere un rivestimento in piastrelle.
In cucina le pareti dietro lavello e fuochi devono essere protette. Al posto di schienali e alzate da acquistare dal rivenditore dei mobili, una soluzione pratica è quella di ricorrere a un rivestimento in piatrelle. Che dovrà essere in armonia per colore e stile con il pavimento, con le altre pareti non rivestite e anche con i mobili. Come sempre vale la regola di optare per colori chiari se la cucina è piccola o buia e se i mobili sono scuri in modo da creare un gradevole contrasto e dare più luce all’ambiente. Vero anche il contrario: se i mobili sono bianchi o in essenze chiare, stanno molto bene anche rivestimenti grigi o marroni che fanno risaltare l’arredo. Meglio non mischiare troppi colori.

Come scegliere il rivestimento giusto

La parete soggetta al rivestimento in cucina è solitamente quella in cui si trovano il piano cottura, il lavello e il piano di lavoro – le altre pareti sono normalmente solo tinteggiate. Proprio per questo motivo è necessario fare i conti con sollecitazioni e imprevisti: macchie, sporco e grasso derivanti dalla cottura degli alimenti così come la caduta di utensili sonoall’ordine del giorno. Vista la destinazione d’uso il rivestimento da parete per la cucina deve essere facile da pulire e resistente a calore e macchie. Inoltre deve poter sopportare l’aggressione degli agenti chimici contenuti nei detergenti.

Sul mercato ci sono proposte davvero illimitate per tipologie, colori e decori

Per la cucina si possono usare piastrelle in monocottura, a pasta bianca o rossa, cioè prodotte cuocendo a temperature altissime, superiori ai 1000 °C, supporto e smalto contemporaneamente. I rivestimenti in bicottura, più delicati della monocottura, sono più consigliati per la parete. Questa tecnica di lavorazione prevede due cotture distinte: la prima per il supporto, la seconda per lo smalto, uno strato vetroso trasparente, che rende brillante la superficie – l’antica tradizione italiana della maiolica, per esempio, è realizzata con bicottura. Anche il gres porcellanato può essere utilizzato per rivestire le pareti in cucina. È un materiale molto resistente composto di una miscela di argille, quarzi e altri minerali e può avere la superficie smaltata o porcellanata: sono disponibili piastrelle con superficie levigata (lappata), con un effetto setoso e reso lucido dall’usura del tempo o con un’estetica che ricorda molto le pietre naturali.

Decori e mosaici

Grazie alle moderne tecniche di stampa digitale è possibile riprodurre sulle piastrelle qualsiasi tipo di texture e finiture, cosicché non ci sono più limiti alla fantasia. Lo dimostra l’enorme varietà di decori e mosaici che consentono di personalizzare anche soltanto alcuni punti precisi della parete della cucina, come per esempio la fascia più bassa dietro il piano cottura e il piano di lavoro: con i decori, che sono realizzati con piastrelle smaltate, e i mosaici si possono creare cornici e composizioni anche molto complesse, ma di grande effetto. La tecnica del mosaico è oggi molto semplificata rispetto a quella del passato, poiché la posa avviene come se si trattasse di piastrelle: le tessere sono fornite su rete o fogli, in genere nel formato 30 x 30 cm, molto flessibili e che permettono di rivestire anche superfici curve o con spigoli. Ciò riduce sensibilmente i tempi di lavorazione e permette di ottenere una composizione regolare e perfettamente allineata, ciononostante la posa richiede molta precisione e per questo motivo è bene rivolgersi a personale specializzato. Per ottenere un effetto decorativo geometrico si possono anche usare fasce verticali di listelli bicolori, composte anche da pezzi diversi tra loro per dimensioni e finitura – una superficie uniforme, pur con pezzi differenti, si ottiene con piastrelle dello stesso spessore. Se la cucina è poco luminosa, meglio scegliere piastrelle a superficie lucida che riflettono la luce: in commercio si trovano modelli che riproducono la tradizionale tecnica diamantata.

I consigli dell’esperto
  • Al momento dell’acquisto conviene ordinare sempre almeno il 10% in più delle piastrelle necessarie (1-2 mq), soprattutto dei pezzi speciali, per avere una scorta in caso di eventuali riparazioni.
  • Al momento della scelta tenere presente che l’illuminazione artificiale modifica i colori delle piastrelle.
  • Per la pulizia basta di solito passare un panno morbido imbevuto d’acqua. Usare in ogni caso detergenti neutri o specifici per la ceramica, perché quelli aggressivi possono col tempo opacizzare la superficie delle piastrelle e addirittura sgretolare il materiale cementizio usato per le fughe.

Parise Ceramiche le migliori marche di rivestimenti, le piastrelle, i parquets, l’arredo bagno e tutto per l’edilizia e le ceramiche Cosenza

rivestimenti cosenza, ceramiche cosenza,ceramiche cosenza,ceramiche cosenza,ceramiche cosenza,ceramiche cosenza,ceramiche cosenza,ceramiche cosenza,
mobili bagno,mobili bagno,mobili bagno,mobili bagno,mobili bagno,mobili bagno,mobili bagno,mobili bagno,mobili bagno,rivestimenti,ceramiche,edilizia,cosenza,RIVESTIMENTO,RIVESTIMENTI,Rivestimenti,CERAMICA,Ceramica,EDILIZIA,Edilizia, Cosenza, Parise, parise, Pavimenti, pavimenti, pavimento, Parquet, parquet, legno, arredo bagno, sanitari, laterizi, mattoni, mattonelle, cemento, rivestimenti esterni, piastrelle bagno, piastrelle cucina, selciati, selciato, rivestimenti,ceramiche,edilizia,cosenza,RIVESTIMENTO,RIVESTIMENTI,Rivestimenti,CERAMICA,Ceramica,EDILIZIA,Edilizia, Cosenza, Parise, parise, Pavimenti, pavimenti, pavimento, Parquet, parquet, legno, arredo bagno, sanitari, laterizi, mattoni, mattonelle, cemento, rivestimenti esterni, piastrelle bagno, piastrelle cucina, selciati, selciato,rivestimenti cosenza, rivestimenti cosenza,rivestimenti cosenza,rivestimenti cosenza,rivestimenti cosenza,rivestimenti cosenza,rivestimenti cosenza,cosenza,rivestimenti,ceramiche,parise,parise,parise,parise,parise,parise,parise,edilizia,cosenza,RIVESTIMENTO,RIVESTIMENTI,Rivestimenti,CERAMICA,Ceramica,Ceramiche,CERAMICHE,mobili arredobagno,mobili arredobagno,mobili arredobagno,mobili arredobagno,mobili arredobagno,mobili arredobagno,mobili arredobagno,mobili arredobagno,mobili arredobagno,mobili arredobagno,mobili arredobagno,mobili arredobagno,mobili arredobagno,mobili arredobagno,mobili arredobagno,ceramiche,EDILIZIA,Edilizia, Cosenza, Parise, parise, Pavimenti, pavimenti, pavimento, Parquet, parquet, legno, arredo bagno, sanitari, laterizi, mattoni, mattonelle, cemento, rivestimenti esterni, piastrelle bagno, piastrelle cucina, selciati, selciato piastrelle in ceramica e gres porcellanato per il pavimento e il rivestimento di interni ed esterni gres porcellanato, piastrelle, ceramiche, pavimenti, rivestimenti, gres laminato,gres porcellanato, piastrelle, mosaici, pietra naturale, pavimenti esterni, pavimenti interni, rivestimenti bagno, rivestimenti cucina, pavimenti gres porcellanato, monocottura chiara, pavimenti in ceramica, rivestimenti in ceramica, rivestimenti in ceramica, pavimenti, cucine, arredo bagno, pavimentazione uffici,torano castello, calabria, italy

gigi| 23 giu 2013| 0 comments

Una delle tante possibilità offerte dai rivestimenti in ceramica è quella di giocare con gli spazi della casa e, soprattutto, con i coloriVasti e pressoché infiniti sono i percorsi decorativi della ceramica, materiale che si presta facilmente a personalizzazioni spinte e variegate.
Prima di scegliere il decoro su piastrella che fa al caso nostro, dobbiamo avere in mente un’idea progettuale ben definita, in base allo spazio che desideriamo rendere unico e originale. Dimensioni, arredamento prediletto, condizioni di luminosità, estensione: questi alcuni dei fattori che concorrono alla giusta scelta della piastrella, quella che si sposa perfettamente con l’ambiente che la circonda sino a creare un equilibrio armonico e l’impatto che desideriamo ottenere.
Decoro e colore concorrono, insieme al formato, a fare delle piastrelle ceramiche moduli capaci di soddisfare i diversi gusti estetici. Grazie a queste tre variabili riusciamo infatti ad ottenere una miriade di soluzioni.

Il ventaglio di pavimenti e rivestimenti decorati proposto da Parise Ceramiche ha la capacità di incontrare i gusti più disparati.

Parise Ceramiche le migliori marche di ceramiche, i rivestimenti, le piastrelle, i parquets, l’arredo bagno e tutto per l’edilizia a Cosenza

rivestimenti cosenza, Piastrelle decoro, Piastrelle decoro,Piastrelle decoro,Piastrelle decoro,Piastrelle decoro,Piastrelle decoro,Piastrelle decoro,Piastrelle decoro,Piastrelle decoro,rivestimenti,ceramiche,edilizia,cosenza,RIVESTIMENTO,RIVESTIMENTI,Rivestimenti,CERAMICA,Ceramica,Ceramiche,CERAMICHE,ceramiche,EDILIZIA,Edilizia, Cosenza, Parise, parise, Pavimenti, pavimenti, pavimento, Parquet, parquet, legno, arredo bagno, sanitari, laterizi, mattoni, mattonelle, cemento, rivestimenti esterni, piastrelle bagno, piastrelle cucina, selciati, selciato, rivestimenti,ceramiche,edilizia,cosenza,RIVESTIMENTO,RIVESTIMENTI,Rivestimenti,CERAMICA,Ceramica,Ceramiche,CERAMICHE,ceramiche,EDILIZIA,Edilizia, Cosenza, Parise, parise, Pavimenti, pavimenti, pavimento, Parquet, parquet, legno, arredo bagno, sanitari, laterizi, mattoni, mattonelle, cemento, rivestimenti esterni, piastrelle bagno, piastrelle cucina, selciati, selciato,rivestimenti cosenza, rivestimenti cosenza,rivestimenti cosenza,rivestimenti cosenza,rivestimenti cosenza,rivestimenti cosenza,rivestimenti cosenza,cosenza,rivestimenti,ceramiche,edilizia,cosenza,RIVESTIMENTO,RIVESTIMENTI,Rivestimenti,CERAMICA,Ceramica,Ceramiche,CERAMICHE,ceramiche,EDILIZIA,Edilizia, Cosenza, Parise, parise, Pavimenti, pavimenti, pavimento, Parquet, parquet, legno, arredo bagno, sanitari, laterizi, mattoni, mattonelle, cemento, rivestimenti esterni, piastrelle bagno, piastrelle cucina, selciati, selciato piastrelle in ceramica e gres porcellanato per il pavimento e il rivestimento di interni ed esterni gres porcellanato, piastrelle, ceramiche, pavimenti, rivestimenti, gres laminato,gres porcellanato, piastrelle, mosaici, pietra naturale, pavimenti esterni, pavimenti interni, rivestimenti bagno, rivestimenti cucina, pavimenti gres porcellanato, monocottura chiara, pavimenti in ceramica, rivestimenti in ceramica, rivestimenti in ceramica, pavimenti, cucine, arredo bagno, pavimentazione uffici, impianti sportivi, edifici di culto, centri commerciali, hotel, torano castello, calabria, italy